L’intervento di restauro a cura dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze


I

Il Leone X di Raffaello è considerato uno dei ritratti più importanti del Rinascimento Italiano e, anche per questo, i lavori di restauro eseguiti dall’Opificio delle Pietre Dure di Firenze si sono rivelati fondamentali al fine di comprendere appieno l’opera, sia per le sue caratteristiche che per la storia.

L’intervento ha avuto quindi lo scopo non solo di migliorare lo stato di conservazione dell’opera, ma anche di sottoporre il quadro ad una serie di analisi rese possibili grazie all’ausilio di strumenti e tecnologie all’avanguardia. Nel video qui sotto, attraverso le parole di Oriana Sartiani, restauratrice che ha realizzato l’intervento, scopriamo i retroscena e le sfide che hanno riportato il celebre Ritratto allo splendore originale.

 

Grazie ai professionisti dell’importante Istituto fiorentino, è stato inoltre possibile intervenire sul supporto ligneo dell’opera. Questa parte del restauro si è rivelata a sua volta indispensabile per rimettere in salute la pellicola pittorica e garantirne la conservazione nel corso del tempo, attraverso la stabilizzazione del sistema di traversature posteriori.

Nel video, scopriamo di più attraverso la testimonianza dei due restaurator, Andrea Santacesaria e Ciro Castelli.

 

Condividi su