Le città si fanno smart e trasformano la vita dei cittadini


Smart City, o meglio, la forma più evoluta e intelligente delle città in cui viviamo. Ecco di cosa si tratta…

L

Le città non più solo come luogo in cui vivere, ma anche come strumento per vivere meglio la propria quotidianità, in modo più semplice, veloce, trasparente, sostenibile ed efficiente. Consiste in questo la rivoluzione delle smart city.

Molti di noi vivono già in città “intelligenti” che riescono a fornire servizi rapidi, puntuali e veloci, usando le tecnologie e il digitale. Per esempio, ci troviamo in una smart city ogni volta che prendiamo il biglietto dell’autobus con un’App, o ogni volta che da smartphone cerchiamo i servizi pubblici più vicini a noi.
Nella maggior parte dei casi si tratta di servizi evoluti ai quali ormai non facciamo più caso, perché sono trasparenti, e sono diventati talmente comuni e diffusi da essere invisibili ai nostri occhi. Al contrario, laddove mancano, è la loro assenza a risultare evidente.


Seppur la diffusione delle smart city sia iniziata poco più di dieci anni fa, il prossimo passo per le nostre città sarà quello della augmented city: una città non solo in grado di fornire servizi collettivi, ma di fornire anche servizi su misura al singolo cittadino o a piccoli gruppi.

Questa rivoluzione è per buona parte dovuta alla enorme mole di dati che le città, negli anni, i cittadini hanno condiviso e che una volta analizzati si trasformano in informazioni utili a fornire servizi più efficaci
Per esempio, potranno essere forniti interventi ‘su misura’ in termini di sostenibilità (nella gestione dei rifiuti e del riciclo, o delle risorse elettriche e idriche), di welfare, di sicurezza (in termini di prevenzione), di creazione di opportunità di lavoro (con sistemi che sappiano incrociare domanda e offerta) di mobilità e soprattutto accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione.


Il caso dell'Aquila

La città dell’Aquila, dopo il terribile sisma del 2009, sta avviando un processo di evoluzione in direzione smart che in futuro contribuirà alla sua rinascita. Un esempio è la collaborazione fra Lottomatica, il Comune e l’Università degli Studi dell’Aquila nell’implementazione di una nuova piattaforma che sfrutterà il 5G attraverso cui la rete di tabaccai sul territorio potrà fornire documenti e certificati. In questo modo si eviteranno attese e supereranno problemi logistici che la ricostruzione ancora impone. I cittadini inoltre, avranno modo di accedere ad un fascicolo unico nel quale trovare tutte le informazioni relative alla ricostruzione e alla agibilità delle nuove e vecchie case.
Un esempio dell’importante ruolo delle nuove tecnologie: semplificare i servizi al cittadino per migliorare le vita delle persone, soprattutto in situazioni di difficoltà temporanea.

Condividi su