JoyPoint: sosteniamo le nuove generazioni nella ripresa verso la normalità


Insieme a Sport Senza Frontiere supportiamo il progetto JoyPoint: un percorso sociale, formativo e sportivo verso una nuova normalità dopo il Covid-19

L

Le limitazioni messe in atto negli ultimi mesi per il contenimento del Covid-19, oltre ad incidere in generale
sulla coesione sociale e lo sviluppo dei territori nel nostro Paese, hanno avuto un impatto significativo sulle categorie più vulnerabili, come quella dei più giovani e dei minori a rischio di emarginazione sociale. Secondo alcuni studi riportati dalla Onlus Sport senza frontiere, i bambini e gli adolescenti sono proprio coloro che hanno subito in modo più diretto l’impatto della pandemia, con la sospensione delle attività sportive e lo stravolgimento della routine quotidiana, allontanati dalle proprie abitudini educative, relazionali e formative.

 

 

Da questi presupposti, con la volontà di realizzare un progetto volto a infondere serenità e fiducia nei più giovani in situazioni di difficoltà, supportando al contempo le famiglie verso il ritorno alla normalità, nasce il progetto JoyPoint, realizzato con il nostro sostegno e in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Motorie e del Benessere Università degli Studi di Napoli "Parthenope" e il Dipartimento di Biomedicina e Prevenzione dell’Università di Roma Tor Vergata.
Il progetto, ideato da Sport senza frontiere, ha dato vita a dei micro summer camp riabilitativi dedicati a gruppi ristretti di minori nel rispetto delle misure di distanziamento sociale e protezione individuale, nelle città di Roma, Napoli, Milano, Torino, Bergamo e Rieti.

Grazie alla partecipazione di operatori qualificati e volontari che supporteranno circa 400 bambini durante tutte le attività estive promosse da JoyPoint, i ragazzi rafforzeranno le proprie competenze socio-relazionali dopo l’isolamento imposto dalla quarantena e saranno supportati nel superamento del trauma dell’esperienza del distanziamento sociale.

 

 

Lottomatica, da sempre attenta alla costante crescita delle nuove generazioni e nel sostegno delle famiglie in difficoltà, sosterrà il progetto JoyPoint per dare nuova speranza alle categorie più fragili della società e proiettare i ragazzi verso un futuro più brillante. Il progetto, si impegnerà infatti a promuovere attività motorie, giochi e sport volti all’acquisizione di soft skills prsonali, comunicative, conoscitive, metodologiche, ritenute fondamentali e strategiche in tutti i processi di apprendimento e in in grado di contribuire a creare una situazione di benessere psico-fisico.

“Da tempo Lottomatica si impegna a valorizzare i giovani e a sostenere le famiglie in situazioni di difficoltà, anche attraverso percorsi di formazione sportiva e di inclusione sociale. Questo progetto conferma quindi l’impegno di Lottomatica nei progetti di responsabilità sociale, dedicando forte attenzione e risorse ai territori nei quali opera. In questo difficile momento di ripresa, lo sport può costituire un’importante occasione di socializzazione in sicurezza e trasmettere fiducia ai ragazzi soprattutto dopo un lungo periodo di isolamento. Lo sport svolge un ruolo fondamentale per l’inclusione e la formazione dei ragazzi, promuove valori educativi come lo spirito di squadra, l’inclusione sociale e la valorizzazione delle differenze, che permettono di superare le difficoltà relazionali e evitare l’isolamento”.
Fabio Cairoli | Amministratore Delegato e Presidente di Lottomatica

Condividi su