Telethon 2013

1140x300

1 dicembre 2013 - 31 gennaio 2014



L'EVENTO
Dal 2000, Il Gioco del Lotto sostiene Telethon e la ricerca scientifica per la cura delle malattie genetiche: una speranza concreta per i malati e per le loro famiglie.
Per il 2013, Lottomatica, insieme al Il Gioco del Lotto, "ha adottato" il progetto della professoressa Maria Vittoria Cubellis presso il Dipartimento di Biologia Strutturale e Funzionale dell’Università di Napoli Federico II, relativo allo sviluppo di nuovi farmaci per la cura di alcune malattie genetiche. Il progetto si propone di studiare una terapia con farmaci che agiscono oralmente, hanno un costo contenuto e sono in grado di raggiungere tessuti “difficili”, quali il sistema nervoso centrale.


LO SAI CHE...

  • Dal 1990 Telethon, grazie all'incontro tra i volontari dell’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare (Uildm) e Susanna Agnelli, ha lanciato una sfida: sconfiggere la distrofia muscolare e le altre malattie genetiche. Una gara contro il tempo, perché sono tante le persone malate che aspettano una risposta
  • Ad oggi si conoscono diverse migliaia di malattie genetiche, per un 70% pediatriche; per la maggior parte di queste non esiste una terapia risolutiva. La rarità di queste patologie fa sì che esse siano trascurate dai principali investimenti pubblici e privati. Telethon esiste proprio per far sì che nessuno sia escluso dalla concreta speranza di una cura.
  • Dal 2000, Lottomatica è con Telethon per comunicare il proprio interesse agli studi sulla genetica adottando ogni anno un progetto di ricerca. In 13 anni di collaborazione, Lottomatica, grazie anche al Gioco del Lotto, ha donato a Telethon oltre 1 milione e 400mila euro.

DIAMO I NUMERI

1 dicembre 2013: primo giorno per poter effettuare le donazioni
13: gli anni del sostegno di Lottomatica a Telethon
70%: la percentuale di malattie pediatriche fra tutte le malattie genetiche studiate da Telethon
31 gennaio 2014: ultimo giorno dell'iniziativa di Lottomatica a favore di Telethon
15: le patologie dove la ricerca sulle terapie si avvia alla fase di sperimentazione sull'uomo