VERMEER. Il secolo d’oro dell’arte olandese

1140x300

27 settembre 2012 – 20 gennaio 2013 – Scuderie del Quirinale, Roma


LA MOSTRA
Il GIOCO DEL LOTTO ha sostenuto la mostra dedicata all’arte raffinata e intimistica di Johannes Vermeer, l’esponente più rappresentativo, e amato, della pittura olandese del XVII secolo.
La mostra si è svolta alle Scuderie del Quirinale, dove le opere di Vermeer, accuratamente selezionate, sono state esposte insieme a cinquanta dipinti di maestri olandesi contemporanei, per offrire una ricca panoramica del fermento artistico presente nel ‘600, in città come Amsterdam, Haarlem, Leida e Delft.
Serene immagini di vita domestica, cortili, interni di chiese, ma anche strade e piazze della tranquilla cittadina di Delft, sono i soggetti preferiti, con le nature morte ed i paesaggi naturali, di Vermeer e dei pittori a lui più vicini, come Carel Fabritius, Pieter de Hooch e Nicolaes Maes.
In occasione della mostra, IL GIOCO DEL LOTTO ha offerto i “Mercoledì di Vermeer”, un interessante ciclo di conferenze gratuite dedicate all’artista e al suo mondo artistico.


LO SAI CHE...

  • La vividezza e la qualità dei colori che caratterizzano le opere di Vermeer, nascono dalla grande cura con cui Vermeer preparava i pigmenti e dall’utilizzo di materiali di prima qualità, come il costosissimo “blu oltremare” derivato dal lapislazzulo; Vermeer lo usa in tutti i suoi dipinti non solo puro, ma anche per ottenere sfumature di colore intermedie e non vi rinunciò nemmeno negli anni di gravi ristrettezze economiche.
  • La mancanza di disegni preparatori nei dipinti di Vermeer e di altri pittori fiamminghi avvalora l’ipotesi che gli artisti usassero la “camera oscura”, un dispositivo ottico che permetteva di ottenere una straordinaria precisione nella fisionomia dei volti e nella rappresentazione degli oggetti, oltre che sorprendenti effetti di luce: in alcuni capolavori di Vermeer certi particolari sono perfettamente a fuoco ed altri no, con un effetto "fuori fuoco" tipico della moderna tecnica fotografica.
  • Nella sua pittura, Vermeer riusciva a ottenere colori trasparenti applicando la tinta a punti piccoli e ravvicinati, con una tecnica nota come “pointillé”.

DIAMO I NUMERI

26 settembre: inaugurazione della mostra
14: i figli nati dal matrimonio di Vermeer con Catherina Bolnes
43: gli anni di vita di Vermeer
17° secolo: il secolo d’oro della pittura olandese
35: i quadri attribuibili sicuramente a Vermeer