Talent Prize 2014

1140x300
10 aprile – 28 novembre 2014 – Casa dell’Architettura, Roma


IL CONCORSO
Il Gioco del Lotto ha sostenuto la settima edizione del Talent Prize 2014 il concorso di arti visive promosso dal gruppo Guido Talarico Editore e dedicato ai giovani artisti che operano nei campi della pittura, fotografia, scultura, installazione e video.
In occasione del premio, Il Gioco del Lotto, legato fin dalle sue origini all’arte, ha scelto di sostenere e promuovere i giovani talenti del mondo dell’arte con il “Premio speciale Il Gioco del Lotto” che è andato ad Anna Caruso per il suo dipinto “Toeletta” ”, con questa motivazione: “E’ stata scelta Anna Caruso per il premio speciale il Gioco del Lotto perché l’opera, nel mescolare passato e presente, attraverso sovrapposizioni di colore e allusioni metaforiche, richiama alla mente lo storico connubio del gioco con l’arte. Il loro legame è infatti molto antico. Nel Seicento papa Innocenzo XII autorizzò a riversare le entrate del Gioco del Lotto per il completamento di palazzo di Montecitorio, l’attuale sede della Camera dei Deputati, mentre nel Settecento Papa Clemente XII decise di destinare i proventi del Lotto alla costruzione di opere architettoniche di pubblica utilità, come la Fontana di Trevi. Da allora questo legame è diventato sempre più forte e oggi Il Gioco del Lotto continua a sostenere e valorizzare il mondo dell’arte, anche promuovendo giovani talenti”.
Ad aggiudicarsi la settima edizione del concorso Talent Prize è stato l’artista romano Gian Maria Tosatti, classe 1980, che ha vinto il premio dal valore di 10mila euro con 2_Estate, un’ installazione che presenta il lavoro realizzato nel primo istituto anagrafico italiano costruito a Napoli nel 1809 ed ora abbandonato. L’artista ricostruisce nell’opera gli ambienti decadenti con carte, tavoli e sedie come se tutto fosse stato appena lasciato di corsa dalle persone che vi lavoravano.


LO SAI CHE...

  • La giuria del Talent Prize conta nomi prestigiosi nel campo dell’arte contemporanea, come Marie Fernandez, direttore arti visive e attività espositive della città di Lille; Alberto Fiz, direttore artistico Marca; Anna Mattirolo, direttore Maxxi arte; Ludovico Pratesi, direttore artistico Centro arti visive Pescheria di Pesaro; Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, presidente della fondazione Sandretto Re Rebaudengo; Micol Forti, curatrice della collezione di arte contemporanea dei musei Vaticani e Guido Talarico, editore e direttore Inside Art.
  • La Casa dell’Architettura, dove sono esposte le opere del concorso, si trova in un edificio di fine ‘800 che, per pochissimi anni, fu sede di un acquario; successivamente fu adibito a deposito del vicino Teatro dell'Opera e, dopo massicci interventi di restauri è diventato luogo di mostre, spettacoli e concerti.

DIAMO I NUMERI
7: le edizioni del Talent Prize
10 mila euro: il premio per il vincitore
13 novembre: giornata dedicata alla mostra presso la Casa dell’Architettura
25 settembre: data di proclamazione dei vincitori
9
: i finalisti del concorso