Guttuso 1912 -2012

1140x300

12 ottobre 2012 – 10 febbraio 2013 - Complesso del Vittoriano, Roma


LA MOSTRA
Roma è stata la città di Renato Guttuso per oltre 50 anni: quest’anno, in occasione del centenario della nascita dell’artista, la città gli ha dedicato una grande mostra, sostenuta da Il GIOCO DEL LOTTO e allestita al Complesso del Vittoriano.
I 100 dipinti selezionati hanno ripercorso le diverse tappe della storia artistica del pittore siciliano e hanno offerto una panoramica completa del suo intero percorso creativo.
Grazie alla collaborazione degli Archivi Guttuso, la mostra ha fatto conoscere anche lo stretto rapporto di collaborazione artistica che il pittore, nel corso degli anni, ha potuto tenere con altri artisti del suo tempo, poeti e scrittori come Sciascia, Pasolini, Montale, Neruda, scultori come Moore e Manzù, musicisti come Nono, registi come Visconti, De Sica, maestri della pittura come Picasso, Sutherland.
L’esposizione ha offerto anche due sezioni molto interessanti. La prima è stata dedicata al disegno, attività nella quale Guttuso fin dagli anni trenta fu considerato un maestro. Nella seconda, sono stati invece esposti bozzetti e figurini dell’artista, corredati da fotografie di scena e locandine, evidenziando così il suo interesse per il teatro musicale e l’ecletticità della sua arte.


LO SAI CHE...

  • Nel corso di un’intervista Guttuso ha rivelato: “La pittura è il mio mestiere. Cioè è il mio mestiere ed il mio modo di avere rapporto con il mondo. Vorrei essere appassionato e semplice, audace e non esagerato. Vorrei arrivare alla totale libertà in arte, libertà che, come nella vita, consiste nella verità.”
  • Il dipinto che lo ha reso celebre, nonostante le polemiche anche da parte della chiesa e del fascio, è La Crocifissione, del 1941, dove, attraverso il soggetto sacro, denuncia gli orrori della guerra. Di esso Guttuso ha scritto nel suo Diario che è “il simbolo di tutti coloro che subiscono oltraggio, carcere, supplizio per le loro idee.”

DIAMO I NUMERI

76: gli anni vissuti da Guttuso
11 ottobre: inaugurazione della mostra
3: gli anni trascorsi a Milano, durante i quali matura la sua arte “sociale”
50: gli anni trascorsi a Roma
26 dicembre: il giorno della nascita del pittore