Il Gioco Serio dell'Arte X EDIZIONE

1140x300
Novembre 2015 – aprile 2016 – Palazzo Barberini, Roma


LA X EDIZIONE
Migranti" è stato il tema de Il Gioco Serio dell'Arte che è tornato a Palazzo Barberini con un ricco programma di incontri promossi da Il Gioco del Lotto e condotti da Massimiliano Finazzer Flory.
Anche quest'anno grandi personaggi del cinema, dell'arte e della fotografia sono stati i protagonisti della rassegna, giunta alla sua decima edizione.
Autentico «uomo rinascimentale», artista a 360 gradi, attivo nella pittura e nel disegno, nel teatro e nel cinema, nella performance e nelle installazioni, William Kentridge, ospite dell'ultimo appuntamento della rassegna per questa edizione, attribuisce da sempre un’indispensabile valenza sociopolitica alla propria opera, facendone un oggetto culturale utilie alle riflessioni su grandi temi del contemporaneo, come la convivenza tra le razze, la sopraffazione e la tolleranza, il conflitto e la pacificazione - che nel Sudafrica, da dove Kentridge proviene, ha conosciuto criticità, drammi e possibili soluzioni.
Prima di Kentridge, Oliviero Toscani, che ha inaugurato la decima edizione della rassegna, si è confrontato con Finazzer sul ruolo della fotografia, anche dopo gli attentati di Parigi, sia come arma contro il terrore, che come potente strumento di propaganda.
Con Giuseppe Tornatore, ospite del secondo appuntamento, il confronto è stato d’estrema attualità e di avvincente livello intellettuale: come si ridisegna il mondo che abitiamo, per come lo conoscevamo e per come dobbiamo imparare a distinguerne le mutazioni?

Per il terzo incontro, invece, l'amatissimo Gigi Proietti ha affrontato il tema in un modo molto personale, parlando delle tante e diverse «patrie» dell’attore, come le tavole del palcoscenico, i set cinematografici e televisivi, oppure i ruoli, da istrione, a maestro, a direttore e ispiratore.

LO SAI CHE...

  • Il restauro delle sale della Galleria Nazionale di Arte Antica di Palazzo Barberini che ospitano la rassegna è stato realizzato grazie al contributo de Il Gioco del Lotto. Nelle sale sono ora esposte 180 opere che prima giacevano nei depositi.
  • Nei saloni di Palazzo Barberini vide la luce il Partito Socialista Democratico Italiano fondato da Giuseppe Saragat, allora Presidente dell'Assemblea Costituente: era l'11 gennaio 1947. L’evento è ricordato da una targa commemorativa affissa sulla facciata principale.
  • Palazzo Barberini era circondato da un giardino che in origine era un vero e proprio parco, che comprendeva i terreni lungo la strada Pia (oggi via XX Settembre) fino all'odierna salita di san Nicola da Tolentino. L'ampio spazio era organizzato come giardino all'italiana completo di giardino segreto e popolato anche da animali esotici come struzzi e cammelli.

DIAMO I NUMERI
34: le sale della Galleria Nazionale di Arte Antica aperte al pubblico
4: gli incontri previsti per la decima edizione
9 ottobre 2006: il primo appuntamento che ha inaugurato Il Gioco Serio dell'Arte con protagonisti l'attrice Paola Gassman e il filosofo Giulio Giorello
10: l'edizione de Il Gioco Serio dell'Arte
11 aprile 2016: l'incontro con William Kentridge