FaiMarathon2015 - IV Edizione

1140x300

18 ottobre 2015 – 130 città d’Italia


L’EDIZIONE 2015
Domenica 18 ottobre non è stata una domenica come le altre!
 Le piazze d'Italia sono state protagoniste della IV edizione della FAIMARATHON CON IL GIOCO DEL LOTTO E IL FAI – UNA GIORNATA FAI D'AUTUNNO ALLA SCOPERTA DI UN'ITALIA DIVERSA. accogliendo, in 130 città della Penisola, i “maratoneti dell'arte e non solo” che per l'occasione hanno potuto visitare palazzi, giardini, chiese, negozi storici, teatri, chiostri e cortili, molti dei quali spesso inaccessibili al pubblico o appena restaurati.
 Nata nel 2012 come una passeggiata non competitiva a tappe, la FAIMARATHON quest’anno ha cambiato veste grazie alle visite guidate a contributo libero negli innumerevoli e preziosi luoghi di interesse artistico, paesaggistico e sociale che rappresentano l’identità, la storia e le tradizioni delle nostre città.
 L'iniziativa, realizzata grazie alla partnership con Il Gioco del Lotto e curata per la prima volta dai Gruppi Fai Giovani, è stato un evento nazionale a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”. Tra i numerosi itinerari a tema e luoghi dell'arte proposti il 18 ottobre dai giovani del FAI, sono stati molti i “tesori” ristrutturati anche grazie ai fondi de Il Gioco del Lotto che, come disposto dalla legge 23 dicembre 1996, n.662, dal 1998 al 2015 hanno consentito di realizzare oltre 600 progetti di conservazione e tutela del patrimonio artistico nazionale, per un investimento totale di oltre 1 miliardo e 800 milioni di euro! Questo impegno pluricentenario prosegue non solo attraverso gli interventi di restauro ma anche grazie a partnership con importanti Musei e istituzioni culturali allo scopo di mettere l’arte e la cultura a disposizione del maggior numero possibile di cittadini. Obiettivi che Il Gioco del Lotto condivide con il FAI – Fondo Ambiente Italiano e che hanno dato vita alla FAIMARATHON, importante iniziativa su scala nazionale giunta appunto alla sua quarta edizione.


LO SAI CHE...

  • La FAIMARATHON è aperta a tutti, ma quest'anno per gli iscritti FAI e per chi si è iscritto durante l'evento sono state organizzate visite in luoghi eccezionali. Qualche esempio? A  Bologna, gli studi di registrazione, mastering e authoring Fonoprint Studios, tra i più importanti d’Italia scelti tra gli altri da Lucio Dalla, Paolo Conte, Vasco Rossi, Ligabue; a Venezia, Ca’ Zenobio palazzo costruito tra il XVII e il XVIII secolo e dal 1800 sede dei Mechitaristi Armeni, che custodisce affreschi di Dorigny, Tiepolo e Lazzarini; a Roma, i depositi della GNAM - Galleria Nazionale di Arte Moderna, che è stata restaurata anche con i proventi del Gioco del Lotto; a Milano, la Quadreria dei ritratti dei benefattori nell’Archivio storico del Policlinico, con opere di Hayez, Segantini e Sironi.
  • La grande musica è andata in scena al Teatro alla Scala di Milano domenica 18 ottobre in un concerto di raccolta fondi a sostegno del FAI. Per l'occasione il Maestro Franz Welser-Möst ha diretto la Cleveland Orchestra.
  • In occasione della FAIMARATHON, i 60 Gruppi Giovani del FAI  hanno lavorano in stretta collaborazione con le delegazioni in tutta Italia. Le delegazioni del FAI sono formate da volontari appassionati che hanno deciso di dedicare il loro tempo libero alla diffusione dei valori e dell’operato della Fondazione.

DIAMO I NUMERI

29 mila: i “maratoneti”che hanno preso parte alla FAIMARATHON nel 2013
18 ottobre: la giornata della FAIMARATHON
15° secolo: la fondazione del Castello Tramontano, uno dei luoghi dell'arte aperto in occasione della FAIMARATHON e restaurato grazie ai Fondi del Lotto
60: i Gruppi Giovani FAI coinvolti nell'evento
4: le edizioni della FAIMARATHON