Mostra "Augusto"

1140x300
18 ottobre 2013 – 9 febbraio 2014 – Scuderie del Quirinale, Roma


LA MOSTRA
IL GIOCO DEL LOTTO ha sostenuto la mostra AUGUSTO e offerto la possibilità, alle famiglie e agli appassionati d’arte, di conoscere e approfondire il mondo del grande imperatore romano.
La mostra, allestita in occasione del bimillenario della morte e organizzata in collaborazione con il Musée du Louvre, Réunion des Musées Nationaux - Grand Palais, ha celebrato Augusto con oltre duecento opere di altissimo livello artistico a testimonianza della cultura del nuovo regime di governo e del lungo periodo di pace e prosperità dopo decenni di guerre civili.
IL GIOCO DEL LOTTO ha offerto l'ingresso gratuito alla mostra il 24 novembre, il 22 dicembre e il 26 gennaio, dalle 19.30 alle 21.30, con l'iniziativa MUSEO A PORTE APERTE e ben 9 incontri con autorevoli studiosi. Gli oggetti più belli del tesoro della villa di Boscoreale, il rilievo dell'Ara Pacis conservato a Parigi, i cammei e le splendide gemme, i "rilievi Grimani" sparsi fra Palestrina, Vienna e Budapest e le statue dell'imperatore  e delle divinità a lui care: ecco alcune delle opere di altissimo livello artistico che è stato possibile ammirare nella mostra dedicata al primo imperatore romano, il princeps che trasformò la Roma repubblicana nella capitale di un regno immenso e operò riforme e cambiamenti in ogni settore  dall'amministrazione della "res publica" all'esercito, alla vita sociale e civile, all'espressione artistica in tutte le sue forme.


LO SAI CHE...

  • Il Ferragosto deriva da una festività istituita da Augusto per celebrare i raccolti e la fine dei principali lavori agricoli ( le "feriae Augusti" - il riposo di Augusto): oltre agli evidenti fini di propaganda politica, aveva lo scopo di unire le principali festività agostane per fornire un adeguato periodo di riposo, gli "Augustali" necessario dopo le grandi fatiche profuse durante le settimane precedenti. 
  • Fra le tante iniziative intraprese durante il suo impero, Augusto ordinò anche un censimento della popolazione, da cui risultò che gli abitanti di Roma sfioravano 1.000.000 di unità. 
  • L'aspetto di Augusto nelle parole di Svetonio: " Fu di forme leggiadre e bellissime..., nel volto era tranquillo e sereno...; gli occhi chiari e brillanti e gli piaceva che in essi fosse una certa potenza divina; ....i capelli lievemente ricciuti e biondi, le sopracciglia unite, le orecchie di media grandezza, il naso aquilino e appuntito, il colorito tra il bruno e il chiaro, la statura piccola, ma essa era talmente nascosta dalla regolarità e dalla proporzione delle membra che non appariva se non quando Augusto si trovava accanto a uno più alto di lui".

DIAMO I NUMERI

9: gli incontri di approfondimento sui temi della mostra offerti da Il Gioco del Lotto
14 a.C.: l'anno della morte di Augusto
76: gli anni vissuti da Augusto
17: il giorno di inaugurazione della mostra
3
: le serate con ingresso gratuito alla mostra offerte da Il Gioco del Lotto