Pagamento vincite

Vincite fino a 543,48 euro:

Se vinci fino a 543,48 € potrai ritirare il premio in qualsiasi ricevitoria.

Vincite fino a 2.300,00 euro:

Potrai ritirare il premio direttamente presso la ricevitoria che ha emesso la giocata, presentando semplicemente lo scontrino vincente al ricevitore che provvede al controllo. Inoltre, per le vincite comprese tra 543,48 € - 2.300,00 €, è possibile prenotare la vincita, tramite accredito bancario, presso la ricevitoria che ha emesso la giocata.

Vincite fino a 10.500,00 euro:

Il premio ti sarà corrisposto direttamente da Lottomatica S.p.A. È necessaria, però, la prenotazione in qualsiasi ricevitoria, consegnando lo scontrino vincente. Una volta forniti i tuoi dati potrai scegliere se riscuotere il premio tramite conto corrente bancario, conto corrente postale o attraverso un qualunque sportello di Banca Intesa S.p.A.

Vincite oltre 10.500,00 euro:

Presenta lo scontrino vincente presso uno sportello della Banca Intesa S.p.A. o all'Ufficio al Pubblico in Via del Campo Boario 56/d 00154 - Roma. Porta con te un documento d'identità in corso di validità, il Codice Fiscale, compila la richiesta di pagamento indicando i tuoi dati e la forma di pagamento preferita: bonifico su conto corrente bancario o postale, assegno di traenza presso qualsiasi sportello Banca Intesa S.p.A.. Ritira la fotocopia dello scontrino e la copia del modulo di richiesta. Se hai scelto di ritirare il premio in banca, presenta dopo due settimane, insieme al tuo documento d'identità in corso di validità, la copia della richiesta di pagamento e la fotocopia dello scontrino vincente presso lo sportello della Banca Intesa S.p.A. dove hai prenotato la vincita.

Trova la filiale Banca Intesa S.p.A. più vicina!

TERMINI PER RICHIEDERE IL PAGAMENTO

Il termine per chiedere il pagamento della vincita, a prescindere se la vincita sia inferiore o superiore ai 2.300,00€, è sempre di sessanta giorni dalla data di pubblicazione del Bollettino delle vincite in ricevitoria (Regolamento del Gioco del Lotto di cui ai d.p.r. 303 del 1990 e 560 del 1996 e successivi aggiornamenti).