Vincere da Grandi arriva a Norcia

Lo sport che aiuta a ricostruire

I ragazzi di Norcia ricordano bene la scossa della mattina del 30 ottobre 2016. Un terremoto che ha reso inagibile gran parte della loro cittadina, talmente forte da cambiare anche il paesaggio della campagna alle porte di Norcia, facendo riaffiorare un torrente scomparso da decenni. Fortunatamente, oggi la sensazione della terra che trema è un ricordo lontano. Ma i danni sono ancora tangibili. Per questo Lottomatica e il Coni hanno deciso di restituire una palestra moderna alla scuola locale, all’interno del progetto “Vincere da Grandi”.

 

“Ho visto bambini che andavano a destra e sinistra per girare tutte le palestre rimaste agibili”, dice l’ex campionessa mondiale di ginnastica Andreea Stefanescu, che vive in Umbria e ha partecipato all’inaugurazione della palestra appena riqualificata. “Questo non dà stabilità ai bambini”.


Da oggi gli studenti nursini non dovranno più peregrinare in cerca di un luogo adatto per praticare attività fisica, ma potranno usufruire di una pressostruttura a un passo dalla loro scuola, che vanta una nuova pavimentazione polifunzionale adatta a praticare decine di discipline diverse. L’iniziativa di Norcia fa parte del progetto “Vincere da grandi”, che offre ai ragazzi di quartieri o zone disagiate di alcuni comuni italiani l’opportunità di praticare sport gratuitamente, anche attraverso interventi di riqualificazione delle strutture esistenti, per promuovere i valori educativi e inclusivi connessi con queste attività. Ed è stato celebrato con orgoglio dal sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, e dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, che fra nastri, cerchi e palle librati in aria dalle giovani ginnaste dell’Istituto Omnicomprensivo De Gasperi-Battaglia, hanno assistito alle esibizioni organizzate in occasione dell’inaugurazione della struttura.


“Sapere che qui a Norcia c’è una palestra che tanti bambini possono usare per fare attività sportiva – sottolinea Malagò – è una bellissima storia che ci rende felici”.
Una storia che, oltre ad offrire un’opportunità educativa per i giovani nursini, costituisce un tassello importante verso la ricostruzione di quel senso di comunità andato in pezzi la mattina del 30 ottobre 2016.
“C’è bisogno – conclude il Sindaco di Norcia – che la comunità posso tornare a fare, seppure in luoghi diversi, tutto ciò che faceva prima del terremoto”.



Scopri il progetto Vincere da Grandi su http://bit.ly/VincereDaGrandi_Norcia