Nuove professioni della cultura

Le figure professionali dell’arte per i talenti di domani

L'arte e la cultura sono settori professionali ambiti da molti giovani ma sono anche degli asset strategici fondamentali per la crescita del nostro Paese. Con un patrimonio stimato di 180 miliardi di euro di beni mobili, l'Italia è lo scenario ideale dove far crescere i talenti culturali di domani.
Non solo, ci basti pensare ai 55 siti Unesco presenti nel nostro Paese per comprendere appieno la ricchezza del panorama italiano. Una quota non da poco se consideriamo la totalità dei 168 siti Unesco al mondo.



In un intricato mondo del lavoro e in un panorama così ampio, quindi, a giocare un ruolo decisivo per i più giovani non solo determinazione e passione, anche competenza e formazione acquisite attraverso percorsi di studio dedicati e specifici. Per questo, Lottomatica ha creato Generazione Cultura, investendo in un programma di alta formazione rivolto ai giovani talenti che è già arrivato alla quarta edizione, con lo scopo di progettare il proprio percorso professionale tra lezioni in aula e workshop mirati, oltre a un’esperienza professionale nelle più prestigiose istituzioni culturali italiane.

In questo panorama, fra le professioni più richieste, spiccano alcune figure professionali specifiche e altamente inquadrate nell’ambito della contemporaneità, focalizzate spesso su esigenze di mercato ad ampio spettro e non necessariamente legate alla cultura in senso tradizionale. Tra web, servizi e management, ne abbiamo selezionate cinque che combinano formazione tradizionale e forti elementi di innovazione, offrendo interessanti opportunità di collocazione e di crescita in un settore dinamico come quello dei beni culturali.

  1. Il Cultural Project Manager, che si occupa della progettazione e dell’organizzazione di progetti per enti pubblici e privati.
  2. Valutatori e Art Advisor, in grado di offrire consulenza per gli investitori e i collezionisti.
  3. L’esperto web, che si occupa dello sviluppo, della pianificazione e della gestione della parte web e social.
  4. Esperto di sicurezza digitale, in grado di creare ambienti digitali garantiti e sicuri
  5. Il mediatore culturale museale, che si occupa di “facilitare” la fruizione dell'esperienza culturale da parte del pubblico