STORIA DELLA SMORFIA
Secondo alcune teorie, le radici lontane della Smorfia risiedono nel mondo delle visioni notturne, che sembrano derivare dalle versioni volgarizzate e ridotte degli antichi libri dei sogni. Le opere di personaggi come Artemidoro di Daldi (II sec. d.C.), in età bizantina diventano veri e propri manuali per svelare il mistero dei messaggi notturni.
Altre teorie sono propense a credere che l'origine della Smorfia risieda all'interno della tradizione cabalistica ebraica. Secondo la Cabala (Qabbalah), nella Bibbia non vi è parola, lettera o segno che non abbia qualche significato misterioso correlato. Il mondo stesso non sarebbe altro che un insieme di simboli da decodificare. Per questo i cabalisti crearono una sorta di dottrina interpretativa per svelare i significati nascosti dietro alla realtà apparente. Questa teoria venne applicata anche per interpretare i sogni, ritenuti il luogo di contatto tra l'umano e il sovraumano.
Il primo esempio di Smorfia (da Morfeo, dio dei sogni) si ha con il "Divinatore Universale del Lotto", libro che i ricevitori dei Regi Lotti napoletani avevano sempre a portata di mano e dove sono indicati tutti i numeri corrispondenti a personaggi e avvenimenti.
GLI INDOVINELLI DELLA SMORFIA
Posiziona il mouse sopra ogni mese e scopri l'indovinello abbinato ai mesi dalla Smorfia.

GEN

FEB

MAR

APR

MAG

GIU

LUG

AGO

SET

OTT

NOV

DIC

CURIOSITÀ

La tradizione vuole che le previsioni ricavate tramite un sogno vadano seguite per tre estrazioni successive. Quando le giocate ci vengono suggerite dai sogni, le puntate debbono necessariamente essere "pure" senza l'aggiunta di altri estratti. La tradizione vuole anche che non si debba rivelare a chicchessia il "dono" ricevuto in sogno, pena annullamento della loro validità. Nel caso decideste di farli conoscere è bene rivelarli solo a persone molto vicine (madre, padre, fratello, ecc.).
Il sogno di vincere, però, non passa solo attraverso il sonno, ci sono le date di compleanni, anniversari, ricorrenze, la vita di tutti i giorni, eventi felici e funesti a far scendere la sabbia nella clessidra del giocatore.
Se la ruota dove puntare i numeri non trova particolari riscontri nei fatti che abbiamo "smorfiato", bisogna seguire un percorso mentale assolutamente preciso: se nella vostra regione c'è la città che corrisponde ad una delle dieci ruote valide per il Lotto, allora la scelta è molto semplice. Viceversa, se non è presente una delle dieci città, allora dovrete puntare quella più vicina. Da non trascurare una puntata anche su Tutte le ruote. Anche per la scelta della ruota dobbiamo fare i conti con la Cabala che indica Bari come ruota "preferita" da sogni.

sorti. Se da un sogno scaturiscono tre numeri, giocheremo gli stessi per ambo e terno. Se gli estratti da puntare sono cinque o più, giocheremo la forbice che va dall'ambo alla cinquina.
Ò MUNACIELLO

'O Munaciello, è il personaggio più nominato e più temuto dai napoletani. Spiritello dispettoso, è lui l'entità più citata nelle leggende anche perché, al comportamento bizzarro spesso si accompagnano benevoli "lasciti" in moneta contante.
Munaciello, infatti suggerisce ai suoi protetti i numeri da giocare al Lotto, oppure, fa scherzi che possono essere trasformati in numeri vincenti. Attenzione però: se ricevete la visita di 'O Munaciello, non rivelate a nessuno l'incontro, potrebbe accanirsi e non lasciarvi più stare! 'O Munaciello ama le case e oltre a dover fare attenzione a non offenderlo, la famiglia che lo ospita non dovrebbe mai contraddirlo e lasciargli sempre una sedia libera, nel caso volesse sedersi.