Restauro del Mosè di Michelangelo | Eventi | Lottomatica

EVENTI

La luce di Michelangelo

restauro del Mosè di Michelangelo

Il Gioco del Lotto e la Soprintendenza per il Colosseo e l’area centrale di Roma presentano la nuova illuminazione del Mosè e della Tomba di Giulio II. Un progetto che ripercorre lo stesso movimento della luce solare e che ci riporta oggi allo scenario originario dell’opera.

Scopri come è stato realizzato.

Grazie ai lavori di pulitura della Tomba di Giulio II sostenuti dal Gioco del Lotto e dalla Soprintendenza per il Colosseo e l’area centrale di Roma, e curati da Antonio Forcellino, è nato un progetto sorprendente, un’idea illuminata nel vero senso della parola: ritrovare l’identità del Mosè, per come l'aveva ideato Michelangelo, nel suo rapporto con la luce naturale del luogo.

La Tomba era stata già restaurata dalla Soprintendenza sempre con il sostegno del Gioco del Lotto nel 2001. Una importante operazione prima di studio, poi di lavoro, che aveva restituito l'opera al suo splendore e portato a numerose scoperte sulla storia e sulla natura di questo straordinario monumento.

Dopo quindici anni il Mosè, che ogni anno viene visto gratuitamente da milioni di persone, necessitava di un nuovo intervento di pulitura e di restauro, proprio a causa della presenza umana, portatrice di polvere e umidità.

Contribuendo alla nuova illuminazione e al nuovo restauro, Lottomatica, attraverso Il Gioco del Lotto, continua nel suo percorso di attenzione e di responsabilità, iniziato nel 2000, verso un monumento che è un simbolo prestigioso dell’impegno costante dell’azienda a sostegno della tutela e della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale del Paese.